sabato 23 giugno 2012

Chiuso per ferie !
κλειστό για τις διακοπές !


Finalmente è arrivato il momento di preparare il trolley, la macchina fotografica e la moka con relativo barattolo di caffè Illy(il caffè all'italiana è sacro), partirò domani sera ....Dopo anni di puro desiderio il sogno di ritornare in Grecia sta per realizzarsi,quella che vedete in lontananza è l'isola di Itaca vista dal terrazzo della villetta di Cefalonia che ho preso in affitto, chi c'è stato me l'ha descritta come un'isola tranquilla con spiagge quasi deserte anche in piena stagione , ancora poco toccata dal turismo di massa, quindi l'ideale per me ...prometto di divertirmi, di rilassarmi, di nuotare, di prendere il sole,di ballare il sirtaki , di mangiare e bere alla greca, dopo mesi di dieta finalmente mi lascerò andare un pò, voglio godermi ogni istante di questa vacanza.... Al mio ritorno vi racconterò (quasi)tutto nei minimi particolari, foto e ricette  comprese....γειά σου !









giovedì 21 giugno 2012

Tartara di pescespada


Con l'arrivo del caldo la voglia di cucinare diminuisce notevolmente, questo piatto freddo vi farà fare bella figura senza farvi lavorare molto !


Ingredienti per 4 persone:




4 tranci di pesce spada
1/2 cucchiaino di zenzero in polvere
il succo di 1 limone
1 cucchiaio di capperi sotto sale
sale, pepe,olio ev







tagliare a coltello abbastanza finemente i tranci di spada, metterli in una ciotola , aggiungere lo zenzero, il succo di limone, i capperi ben sciacquati e sminuzzati,sale(pochissimo), pepe e una generosa girata d'olio.Mescolare bene e lasciare in frigorifero per qualche ora.Servire con crostini di pane appena tiepidi.




Abbinamento vino : consiglierei , data la particolarità del piatto, un vino siciliano che si chiama Bianco di Caselle, Etna bianco DOC , Az. BENANTI,12% Vol, temperatura di servizio intorno ai  12°C


BENANTI


Blogs Got Talent ! (15)


Sarà l'aria vacanziera che sto iniziando a respirare ma avevo voglia di qualcosa di diverso da proporvi oggi...Niente pentole e buoni profumini, oggi vi presento il blog di Francesca, con lei si vola lontano!La nostra blogger è una giovane romana appassionata di viaggi... e che viaggi!Da lei sognerete ad occhi aperti,le sue magnifiche foto scattate in posti che molti di noi non hanno mai visto vi conquisteranno all'istante ! Francesca, dopo il diploma al liceo linguistico e la laurea in scienze delle comunicazioni ha lavorato dapprima come libraia poi come grafica pubblicitaria ed infine come assistente in uno studio legale..ma vogliamo paragonare un lavoro d'ufficio a quello che si può vivere durante un viaggio?Ogni viaggio è una scoperta,un continuo meravigliarsi dinanzi alla bellezza della natura,un modo per rapportarsi con noi stessi e con gli altri, insomma un carico di esperienze da riportare a casa e condividere..per questo è nato il suo bel blog e io, nel mio piccolo, desidero dargli risalto presentandolo voi che siete lettori affezionati di questa  mia rubrica. Ho scelto una foto tratta da uno dei suoi viaggi, siamo negli Stati Uniti,nella famosa Monument Valley... Se però volete sapere cosa si mangia in Cina o com'è Bangkok, sfogliate il suo diario di viaggio, lei vi farà da cicerone......Dimenticavo, non serve avere il  passaporto in regola con lei si viaggia con gli occhi ! La prossima settimana io e la rubrica andiamo in vacanza, ci rivediamo mercoledì 4 luglio, a presto !






                                                                 The Travel Diary





martedì 19 giugno 2012

Ravioli fritti su fonduta di brie


Avevo nel frigorifero una confezione di ravioli del tipo grande (circa 5 cm per lato) al radicchio rosso; mentre pensavo a come condirli mi sono ricordata  dell'olio che avevo usato per una frittura alcuni giorni prima, mi dispiaceva buttarlo dopo averlo usato solo una volta e allora l'ho usato per friggere i ravioli, accompagnati da una delicata fonduta al brie e timo sono stati un piatto splendido e originale!


Ingredienti per 2 persone :

1 confezione di ravioli al radicchio rosso
olio per friggere(io uso olio di arachide)

per la fonduta al brie :


30 g di burro

80 g di brie tagliato a pezzettini
timo
latte q.b.
sale, pepe


Mentre l'olio si scalda  preparare la fonduta. Sciogliere il burro  in una  casseruola piccola, aggiungere le foglioline di timo e i pezzetti di brie, sempre a fiamma bassa versare poco alla volta quanto latte basta ad avere una crema densa ma liscia , aggiustare di sale e pepe.Friggere i ravioli, scolarli su carta assorbente.Versare in ogni piatto un pò di fonduta ed adagiarvi i ravioli, mangiare subito....



Abbinamento vino : i fritti si accompagnano benissimo a dei vini frizzanti che sgrassano la bocca dall'unto,ho scelto un Prosecco frizzante(non spumante), le bollicine quindi sono meno intense,  aiutano a sgrassare la bocca dall'unto del fritto, è un vino a tutto pasto ,Valdobbiadene Prosecco DOCG frizzante "Spago ", Az. Mionetto Valdobbiadene (TV),11% Vol, temperatura di servizio intorno a 8/10° C°

Mionetto



venerdì 15 giugno 2012

Filetti di salmone nel sacchetto speziato



30 spezie per 30 giorni per 30 blogger, un calendario di ricette naturali, veloci e profumate creato da Cuki e Cannamela con la partecipazione di 30 blogger che  si avvicenderanno passandosi giornalmente il testimone, 30 di noi  hanno aderito con entusiasmo a questa simpatica iniziativa e pubblicheranno ogni giorno una ricetta diversa. Ci è stato inviato un pacchetto con all'interno i famosi Sacchetti Forno Cuki ed una spezia a sorpresa di Cannamela; a me è toccato, con grande gioia da parte mia, il peperoncino frantumato!Conosco da tempo questi due prodotti e non è stato difficile scegliere una ricetta che potesse valorizzarli. Ho scelto una ricetta di pesce molto semplice ma ricca di sapore,sono molto soddisfatta della cottura nel sacchetto Cuki, il filetto di salmone è rimasto morbido e succoso, il peperoncino Cannamela ha aggiunto una marcia in più, ne è risultato un piatto extra saporito! 








Ingredienti per 2 persone :


2 filetti di salmone

2 cucchiaio di burro
il succo di 1 limone
1 pizzico di peperoncino Cannamela
timo limone
aneto
sale
1 sacchetto Cuki

Sciogliere il burro nel microonde per qualche secondo. Aggiungere il succo di limone , le erbe tritate e il peperoncino, aggiustare di  sale .Disporre i filetti di salmone in un contenitore ed irrorarli con la salsa al burro e limone. Lasciar marinare in frigorifero per un'ora.Mettere nel sacchetto Cuki i filetti di salmone, sigillarli con gli appositi legacci e farli cuocere una ventina di minuti in forno a 180°




Abbinamento vino : consiglio un vino bianco del Collio goriziano,più precisamente un Ribolla Gialla DOC,az. Venica,Dolegna del Collio (GO) 13% Vol, temperatura di servizio intorno ai 10°C

 Venica

    passo il testimone al blog  http://sacapoche.blogspot.com 


          domani vedrete pubblicata la sua ricetta !





giovedì 14 giugno 2012

Blogs Got Talent ! (14)


Oggi finalmente il protagonista è un uomo ai fornelli, il primo di una serie che spero sia nutrita, generalmente i maschietti in cucina danno  del filo da torcere alle donne riservando piacevoli sorprese...il nostro ospite è infatti Euge, un medico di origine calabrese specialista in anatomia patologica che vive a Genova.La passione per la cucina lo ha portato a frequentare non piccoli corsi o stage ma  addirittura l'Istituto Alberghiero Marco Polo dove nel 2014 conseguirà il diploma di cuoco.Quindi non solo interesse ma vera passione nel voler imparare dalle basi tutto quanto concerne il duro lavoro di un vero cuoco, senza improvvisazioni di sorta...A parte la cucina coltiva anche la scrittura creativa dedicando ad essa un blog che ho segnalato sotto.Euge è un uomo pratico, poco avvezzo a scattare   foto studiate e d'effetto, da lui troverete ricette facili e veloci ,adatte a chi ha poco tempo da dedicare ai fornelli ma  ha voglia di fare bella figura. Voglio introdurvi il nostro protagonista con una ricetta particolarmente interessante e saporita, perfetta per una cena estiva in terrazza ...già dal simpatico header che fa gli onori di casa nel suo blog potete farvi un 'idea del cuoco che cucinerà per voi, un uomo dall'aspetto bonario e rassicurante che si prende a cuore il palato dei suoi ospiti...noi, per quanto riguarda questa rubrica, ci ritroviamo la prossima settimana...






Il blog di scrittura di Euge :


             http://blogdiscritturadieuge.blogspot.com






martedì 12 giugno 2012

Cake con sorpresa numero 4.....
e adesso basta !




Finalmente ho trovato i wafers al limone, li avevo cercati dappertutto...Dopo il cake alla vaniglia, quello al cioccolato fondente e quello alle nocciole arrivo alla quarta ed ultima(forse) versione....non ho notizie di altri sapori, voi ne conoscete?



Ingredienti :

150 g di burro morbido
4 uova intere
80 ml di latte
250 g di zucchero
300 g di wafers al limone  tritati(decidete voi quanto tritarli)
essenza di vaniglia
scorza grattugiata di 1 limone


Nel robot mescolare  bene burro e zucchero.Aggiungere le uova una alla volta.Versare il latte e  l'essenza di vaniglia, continuare a mescolare. Verso la fine aggiungere i wafers sbriciolati e la scorza di limone, lasciar amalgamare bene il tutto e versare in uno stampo imburrato. Cuocere in forno a 160/170° per circa 1 ora. 

domenica 10 giugno 2012

' Mpanatigghi, dolcetti di Modica con cioccolato e....
carne macinata !



Oggi vorrei farvi assaggiare questi deliziosi dolcetti siciliani senza dirvi prima cosa contengono, nessuno di voi(a parte le amiche siciliane) saprebbe individuare l'ingrediente segreto che vi è nascosto all'interno: la carne macinata !Sono un prodotto tipico della splendida Modica, città in provincia di Ragusa, famosa in tutto il mondo per il suo cioccolato dalle caratteristiche uniche,la sua peculiarità sta nel fatto che non può venir temperato in quanto non contiene burro di cacao, viene quindi lavorato a freddo. Si presenta opaco e non lucido come il comune cioccolato contenente burro di cacao, questa caratteristica ne fa un prodotto meno grasso e più digeribile.  Questi dolcetti furono introdotti in Sicilia dagli spagnoli durante il periodo della loro dominazione. L'etimologia è chiarissima, 'mpanatigghi deriva da empanadas tra l'altro l'uso dell'accostamento carne macinata/cioccolato non è raro nella gastronomia spagnola.All'inizio venivano usate carni di selvaggina ma col passare del tempo furono sostituite dal controfiletto di manzo(in alcune versioni di vitello)in quanto privo di nervature.Dietro a questa ricetta c'è una storia ...Si racconta che in tempo di Quaresima, quando i preti non potevano mangiare la carne, le suore la nascondevano all'interno di questi biscotti.....Di loro parla anche il grande scrittore Leonardo Sciascia che li chiama "biscotti da viaggio" per i principi nutritivi in essi contenuti e per la possibilità di conservarli a lungo senza danneggiarli.La ricetta mi è stata gentilmente data da una signora di Modica....




per l'impasto :

500 g di farina

125 g di zucchero
100 g di sugna
1 uovo
1/2 bicchiere di Marsala 

per il ripieno :


200 g di controfiletto di manzo

100 g di cioccolato fondente di Modica
100 g di noci
200 g di mandorle
50  g di zucchero
un pizzico di cannella
un paio di chiodi di garofano tritato
zucchero a velo per spolverare


Fare una fontana con la farina e mettere la sugna,il Marsala e l'uovo. Impastare fino ad ottenere una pasta omogenea,lasciar riposare almeno un'ora.Tirare una sfoglia alta circa 2 millimetri e con un coppapasta ritagliare dei cerchi di 8 cm.Tritare finemente la carne, le mandorle e le noci tritate,qualche chiodo di garofano tritato, aggiungere un pizzico di cannella e il cioccolato grattugiato.Mescolare bene, aiutandosi con un cucchiaino mettere al centro di ogni cerchio di pasta un praticare una piccola incisione sulla cupola.Ungere una placca da forno e sistemare regolarmente gli 'mpanatigghi.Cuocere mezz'ora a 180°. Spolverarli con zucchero a velo






giovedì 7 giugno 2012

Blogs Got Talent ! (13)



Per la puntata n.13 vi porto a cena da  Enrica.Il suo blog colpisce subito per sobrietà e raffinatezza,Enrica è una signora nata a Merano ma residente a Livorno.La sua passione per la cucina nasce quando aveva 8 anni ma non grazie agli insegnamenti di sua madre, che non amava cucinare, ma per la sua voglia di coccolare le persone che amava preparando, all'inizio con un pò di goffaggine ,quello che pensava potesse far piacere alla sua famiglia. Tentativo dopo tentativo,col passare del tempo la sua tecnica si è affinata e adesso è lei che ha trasmesso l'amore per la buona tavola a sua figlia.Donna tuttofare in casa dice, con una vena di umorismo,che in ufficio va per riposarsi!

Ho scelto questa sua ricetta per presentarvela , la foto è splendida ,viene voglia di far scarpetta nel sughetto , vero? Passate a trovarla troverete oltre a questa tante altre  ricette interessanti, io vi aspetto la prossima settimana!



                        Una cena con Enrica




martedì 5 giugno 2012

Rigatoni con porri e bocconcini di ricotta di capra
alle erbe aromatiche



Amo molto la ricotta sia nelle preparazioni dolci che in quelle salate,oggi ho voluto preparare un primo piatto molto sfizioso che la vede protagonista insieme al porro....


Ingredienti per 4 persone :

400 g di rigatoni
400 g di ricotta di capra
1 porro tagliato a rondelle
1 rosso d'uovo
erbe aromatiche tritate q.b.
75 g di farina
1 rosso d tagliato a rondelle
2 cucchiai di Parmigiano Reggiano
1 cucchiaio di scorza grattugiata di limone
1 cucchiaio di succo di limone
olio ev
sale,pepe


In una terrina  mescolare bene la ricotta, il parmigiano, la farina,il rosso d'uovo, un pò di  erbe aromatiche tritate e la scorza di limone grattugiata, aggiustare di sale.Formare delle palline  della dimensione di un chicco d'uva, distribuirle sulla placca del forno un pò unta o sopra un foglio di carta forno, spennellarle con l'olio ev e infornarle a 200° per 10 minuti.Nel frattempo in una padella versare un filo d'olio e far dorare leggermente le rondelle di porro. Scolare la pasta, versarla in padella e lasciar amalgamare con il porro,aggiungere le palline di ricotta, mescolare bene e spolverizzare con il pepe ed eventualmente con ancora un pò di Parmigiano


Abbinamento vino :ho bevuto un vino bianco toscano, Cortona Grechetto DOC, 13,5%Vol,Az.Vegni,Cortona (AR), temperatura di servizio intorno ai 10°C

Vegni



sabato 2 giugno 2012

Quiche agli agretti e feta


Ho scoperto da poco gli agretti (barba di frate) e ho voluto usarli al posto degli spinaci unendoli alla feta. Il risultato è stato molto buono, sono piaciuti anche a mio figlio che notoriamente mi fa ammattire con le verdure...


Ingredienti :

1 foglio di pasta brisèe
500 g di agretti lessati a vapore
200 g di feta
3 uova
sale, pepe

Stendere il foglio di pasta brisèe in una tortiera e bucherellare il fondo con una forchetta.Tagliare grossolanamente gli agretti, metterli in una ciotola, aggiungere  la feta tagliata  a cubetti e le uova precedentemente battute , aggiustate di sale e pepe.Versare nella tortiera ed informare 30 minuti a 180°


Abbinamento vino:ho bevuto un vino bianco delle Marche,Verdicchio dei Castelli di Jesi DOC, Az. Umani Ronchi,12% Vol,temperatura di servizio intorno ai 10/12°C

Umani Ronchi