venerdì 25 febbraio 2011

Pappardelle al prosciutto e pistacchi


Adoro le pappardelle,così ruvide e desiderose di abbracciarsi al sugo !Bastano pochi minuti ed è subito festa in tavola !


Ingredienti per 1 persona :

100 g di pappardelle
30 g di pistacchi di Bronte
50 g di prosciutto crudo
olio ev
1/2 scalogno tritato
prezzemolo q.b.

Imbiondire lo scalogno nell'olio. tagliare a julienne il prosciutto ed unirlo al soffritto. mescolare e spegnere subito il fuoco, non deve diventare croccante ma solo ammorbidirsi leggermente. Lessare la pasta al dente e scolarla nella padella, spolverizzare con il prezzemolo e il pistacchio ed impiattare


Abbinamento vino :ho bevuto un vino rosso giovane, Sangiovese Poggio del Sasso, Az. Cantina di Montalcino,Montalcino (SI) 13%Vol., temperatura di servizio 16/18° C.



mercoledì 23 febbraio 2011

Un dolce regalo....


Di sicuro fra le vostre amiche c'è qualche golosona che i dolci li mangia volentieri ma non sa proprio farli, forse per poca pratica , per poco estro o  per poco tempo a disposizione...Questo libro può essere davvero un regalo gradito, scritto dall'amica Mariapaola Dèttore, colma diverse lacune che altri libri non hanno saputo colmare. E' una guida pratica che sarà davvero utile avere sempre a portata di mano...Ecco qui il link :

martedì 22 febbraio 2011

Farrotto rustico al finocchio


Questo cereale è il meno calorico in assoluto (335 calorie per 100 g), è molto versatile e si presta alla preparazione di ricette light ma gustose. Ho scelto di usare il tipo perlato in quanto riduce molto i tempi di cottura ma sarebbe preferibile usare quello decorticato in quanto mantiene gran parte delle fibre.
Ingredienti per 4 persone:
250 g di farro perlato
1 finocchio grande
1 piccolo scalogno
1 bicchiere di vino bianco secco
1 l di brodo vegetale
olio ev
sale, pepe
peperoncino
per la mantecatura (io non l'ho fatta):
una noce di burro
Parmigiano Reggiano
Preparazione:
Scaldare il brodo e tenerlo sempre caldo. In una casseruola versare l'olio, far dorare lo scalogno tritato, aggiungere un pizzico di peperoncino e poi il farro; farlo tostare qualche minuto e poi sfumarlo con il vino. Unire il finocchio tagliato finemente e iniziare a versare il brodo, portando il farro a cottura. Ci vorranno all'incirca 15/20 minuti. Alla fine, se si vuole mantecare, fuori dal fuoco aggiungere il burro e il parmigiano, mescolare bene e impiattare.
 Abbinamento vino: ho usato naturalmente lo stesso vino bianco usato per la cottura del farro, Sauvignon  DOC, Az. Livio Felluga, Brazzano di Cormòns (GO) 13% vol., temperatura di servizio intorno ai 12°C.








martedì 15 febbraio 2011

Conchigliette ai ceci, pomodoro, prezzemolo e profumo di limone


Una versione particolarmente sfiziosa di un piatto della nostra cucina tradizionale.Ho usato i ceci in barattolo con la loro acqua e non quelli secchi da tenere a bagno, la preparazione diventa così molto più veloce...La ricetta potete leggerla qui :


lunedì 14 febbraio 2011

Torta di pane, mele ed uvetta


Se avete in casa del pane avanzato questa è una buona proposta per utilizzarlo...ho aggiunto mele ed uvetta e il risultato è stato una tortina semplice ma ottima per la colazione....La ricetta potete leggerla qui:





mercoledì 9 febbraio 2011

Risotto ai petali di rosa



Un piatto romantico e sensuale per una cena all’insegna della massima intimità, questa la mia proposta per la cena di San Valentino apparsa qui....Scegliete rose assolutamente biologiche, il colore del fiore potrà variare a seconda dei vostri gusti, evitate però la rosa gialla che nel linguaggio dei fiori significa gelosia, avete una scelta infinita di altre bellissime tonalità….Buona serata a tutti gli innamorati….


Ingredienti per 2 persone :

 200 g di riso Vialone nano o Carnaroli
 20 g di burro
 1/2 scalogno finemente tritato
 1/2 bicchiere di Spumante Italiano
 1 l di brodo vegetale
 2 boccioli di rosa(mi raccomando usate SOLO rose biologiche, cresciute senza pesticidi)
1 noce di burro per la mantecatura
2 cucchiai di panna
 sale q.b.


Preparazione:

Lavare bene i petali di rosa prescelta e tagliarli a fine julienne. In una pentola(possibilmente di rame, è l’ideale per i risotti) far soffriggere nel burro lo scalogno tritato finemente aggiungere il riso , mescolare bene. Bagnare prima il riso con lo Champagne o con il Prosecco, lasciarlo evaporare, e poi proseguire la cottura con i necessari mestoli di brodo. A 5 min. dalla fine della cottura aggiungere i petali di rosa,continuare a mescolare il riso in continuazione. Una volta cotto, toglietelo dal fuoco, condirlo con un cucchiaio di burro e la panna liquida la mantecatura sarà così perfetta, impiattare.....


Abbinamento vino: per una serata così speciale consiglio di bere uno spumante italiano (lo stesso usato per la preparazione del risotto), andrà benissimo un Maximum Rosé Ferrari, Az. Ferrari, Trento, 12,5% Vol, temperatura di servizio intorno ai 10° C

Cantine Ferrari


martedì 8 febbraio 2011

lunedì 7 febbraio 2011

Frittata di pasta con scamorza affumicata


Se vi sono avanzati degli spaghetti, questa è un'ottima idea per utilizzarli. Potete sostituire la scamorza con altri tipi di formaggio ,oppure con qualche salume. Se la volete ancora più leggera, si può fare una piccola dadolata di verdurine come carote, zucchine o pomodori. Anche un piatto di riciclo può essere buonissimo... La ricetta potete leggerla qui :


Il blog di Chiara


domenica 6 febbraio 2011

Un anno con voi !

Questo è il mio piccolo regalo per voi....Nessuna nuova ricetta potrebbe  descrivere la gioia che provo tutte le volte che apro queste pagine e vi ritrovo qui , ho pensato quindi  di ripercorrere con 2 minuti di immagini  la storia del mio blog ,molti di voi le avranno già viste altri le scopriranno per la prima volta, sono i momenti salienti di  12 mesi passati piacevolmente insieme... 



 Sembra ieri quando scrissi il mio primo post, il 6 febbraio 2010….Ricordo i dubbi che mi avevano accompagnata prima di prendere la decisione finale : mi butto o no in questa nuova avventura, avrò qualcosa da dire? Ci pensai qualche giorno,non avevo idea di come sarebbe stato per me il mondo dei foodblogger, sarei stata all’altezza? Saper cucinare non bastava, bisognava avere voglia di  condividere questa passione e io l’avevo, anzi  il nome “La Voglia Matta “ lo scelsi fra tanti proprio per  questo scopo, il forte desiderio di raccontare  quello che sapevo agli amici che già mi conoscevano  ….mai avrei immaginato che in un solo anno sarei arrivata dove sono ora,ad oggi  532 contatti qui e oltre 700 su FB. Voi tralasciate i vostri impegni di lavoro e di famiglia per entrare nella  mia cucina e stare qualche minuto con me, molti di voi lasciano dei graditi commenti,altri leggono e basta …Vorrei ringraziarvi uno ad uno per avermi dato fiducia e per continuare a seguirmi con affetto ed interesse. Spesso non riesco a ricambiare la vostra visita ma voglio che sappiate che siete e sarete sempre importanti per me e che tutte le volte che potrò passerò a salutarvi…Sono aumentate le visite dall’estero e questo mi ha messo nella  splendida condizione di crearmi nuove amicizie ,di allargare i miei orizzonti gastronomici ed umani,questa opportunità è per me un arricchimento a livello emozionale veramente forte e a cui tengo moltissimo, Google Traduttore mi aiuta con le lingue che non conosco (sperando che interpreti il mio pensiero).Chi mi conosce sa che caratterialmente sono una donna ottimista e disponibile al dialogo,mi piace trasmettere le mie sensazioni attraverso le mie passioni:cucinare, viaggiare, fotografare quello che mi colpisce, far conoscere tradizioni e angoli sconosciuti della mia città che tanto amo,segnalare posticini da visitare per dei romantici weekend o luoghi dove sono stata a mangiare …giorno dopo giorno è aumentato il mio coinvolgimento in questo mondo virtuale che riesce a far sentire vicini uno all’altro anche chi vive lontano migliaia di chilometri. Quello che pensavo rimanesse solo un hobby è invece diventato anche un lavoro. La collaborazione con il portale " Donne sul Web " ultimamente si è fatta più frequente e dopo poco più di 4 mesi   mi è stato offerto un incarico delicato ed importante di grande responsabilità . Ho visto crescere i consensi a tal punto che il mio menù di Natale, pubblicato lì e reso ancor più bello grazie alle foto  di Massimiliano Tessaris,ha avuto più di 20.000 visualizzazioni! Come non essere felici ?Mi sento motivata a far sempre meglio e ho la consapevolezza che gran parte di ciò lo devo a voi e alla carica che giornalmente mi trasmettete… Vi abbraccio tutti, il viaggio continua.....




venerdì 4 febbraio 2011

Pollo in terracotta


La cottura degli alimenti nella terracotta è antichissima ,una volta venivano cucinati nel camino, a lato del fuoco, oggi nei nostri moderni e tecnologici forni.Ho da tempo una cocotte in terracotta adatta proprio a questo tipo di cottura,vi propongo una semplice ricetta di pollo con le patate, riducendo al massimo i grassi è un piatto light ma molto saporito....la ricetta potete leggerla qui :





mercoledì 2 febbraio 2011

Strudel di mele e ricotta


Iniziamo dolcemente la giornata con una fetta di strudel?
La Redazione Cucina di "Donne sul Web " vi propone questa golosa ricetta,la potete leggere qui :

                               

martedì 1 febbraio 2011

Ribollita toscana


Oggi la Redazione Cucina di " Donne sul Web "  nella sua rubrica "Sapori e Tradizioni d'Italia " vi propone una zuppa tradizionale toscana.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...