domenica 31 ottobre 2010

Quiche al granchio


Una quiche dal sapore originale , è una ricetta sfiziosa da proporre  anche durante le prossime festività, può essere  sia un ottimo e raffinato antipasto per una cena di pesce oppure un piatto unico da gustarsi insieme ad un contorno di verdura fresca… Consiglio di mangiarlo tiepido, il profumo del granchio si sprigionerà delicatamente….

La ricetta potete leggerla qui :










sabato 30 ottobre 2010

" La Voglia Matta " blog del mese su ABC Magazine !



Sono stata contattata qualche giorno fa dalla redazione d ABC MAGAZINE e mi è stata comunicata questa bella notizia che voglio condividere con voi...Grazie a tutti per seguirmi giornalmente con interesse ed affetto, solo così trovo lo stimolo giusto per continuare a portare avanti due blog, questo e quello sul portale "Donne sul Web " IL BLOG DI CHIARA

venerdì 29 ottobre 2010

Spezzatino piccante alla triestina



A Trieste chiamiamo goulash uno spezzatino piuttosto saporito, non è infatti la zuppa che in Ungheria è chiamata goulash .Lo mangiamo accompagnato da patate in tecia o dai famosi chiffeletti di patate.




Ingredienti :



1 kg di carne di manzo tagliata a cubetti piccoli
2 cipolle tagliate sottili
1 cucchiaio di farina
1/2 cucchiaio di paprika(regolatevi a vostro gusto sia nella quantità che nella scelta della paprika, più o meno piccante)
1/3 di tubetto di conserva di pomodoro
2 foglie di alloro
olio ev, sale

Un una capace pentola mettere un generoso quantitativo di olio; appena caldo aggiungere le cipolle tagliate sottili e lasciarle diventare trasparenti. Unire i tocchetti di carne e mescolare bene.  Appena la carne avrà perso il colore rosato  aggiungere il cucchiaio di farina e la paprika, mescolare molto bene. Spremere il concentrato di pomodoro in una ciotola capiente e aggiungere acqua calda, mescolare bene e versare sulla carne; dovrà essere quasi completamente coperta dal pomodoro. Aggiustare di sale e lasciar cuocere almeno 2 ore e mezza, anche 3....Sorvegliare la cottura perchè si dovrà aggiungere spesso dell' acqua calda, alla fine si sarà formato un delizioso, denso , profumato ed abbondante sughetto, ottimo anche per condire della pasta corta  o degli gnocchi di patate



giovedì 28 ottobre 2010

" Un celiaco a cena " Il contest di GLU.FRI.


Un menu gluten free all’insegna della frutta secca…..

Con questo menù per celiaci partecipo alla raccolta di Simonetta del blog   GLU FRI



ANTIPASTO :


involtini di zucchine grigliate con brie e nocciole


Si grigliano delle fettine di zucchina,si tagliano dei bastoncini di brie e si rotolano nella granella di nocciola. Su ogni fettina di zucchina si appoggia un bastoncino di brie,si arrotola la zucchina e si ferma con uno stuzzicadenti



PIATTO CENTRALE   quello fotografato


indivia belga al forno con gorgonzola piccante e noci


Ingredienti per 2 persone :

2 cespi di insalata belga
100 g di gorgonzola piccante
2 cucchiaiate di Philadelphia
latte q.b.
olio ev q.b
1 scalogno
prezzemolo
1 manciata di noci


Tritare lo scalogno e imbiondirlo in un po’ di olio. Tagliare per lungo i cespi di insalata belga, lavarli, sciacquarli , asciugarli e farli dorare nello scalogno. Bagnare eventualmente con un po’ di brodo,spezzettare le noci e versarle sui cespi di indivia,lasciar cuocere qualche minuti, dovranno risultare morbidi ma non sfatti. Disporli in una teglia unta; amalgamare il gorgonzola con il Philadelphia, aggiungere un po’ di latte per rendere morbida la salsina,all’ultimo aggiungere un po’ di prezzemolo tritato. Versare questa salsina sull’indivia, gratinare qualche minuto a 200°


DESSERT :

bavarese in crosta di mandorle (ricetta di Giuliana leggermente adattata da me)

ingredienti :

½ litro di latte
½ litro di panna fresca
4 uova
20 g di colla di pesce
180 g di zucchero
200 g di mandorle pelate
100 g di mandorle a filetti


Tostare leggermente in forno le mandorle e poi tritarle finemente. Mettere a bagno la colla di pesce. Portare ad ebollizione il latte. Montare i tuorli con lo zucchero. Quando il latte arriva ad ebollizione versarlo poco alla volta sulle uova ben montate; rimettere su fuoco basso e mescolare fino a che il cucchiaio si velerà, a quel punto aggiungere la colla di pesce ben strizzata. Togliere dal fuoco e lasciar raffreddare sempre mescolando, non dovrà rapprendersi. Aggiungere le mandorle tritate e dopo qualche minuto la panna che sarà stata montata. Foderare lo stampo, meglio se da plumcake, con della pellicola,versare le mandorle a scaglie sul fondo e versare il composto. Lasciar raffreddare qualche ora in frigorifero. Capovolgere lo stampo e togliere delicatamente la pellicola


mercoledì 27 ottobre 2010

" In tutte le salse " Il contest di Maetta !


Ho aderito con gioia a questa raccolta proposta da Maetta del blog  Che Gusto Sa ? Ho sempre amato le salse e trovarne qualcuna con cui partecipare non è stato difficile , quindi eccomi qui a ripostare i link...Si faccia avanti chi ha qualche fetta di pane casereccio, qualche baguette o qualche crostino .... ce n'è per tutti! Partecipate anche voi, mi raccomando ! 

le mie salse sono queste :








martedì 26 ottobre 2010

Ciambella al cioccolato bianco e pere


Il cioccolato bianco abbraccia le pere creando una ciambella morbida e fragrante da gustare a tutte le ore, la glassa alle pere aggiunge un tocco ancor più goloso..…facile come tutte le mie ricette troverà tanti estimatori fra coloro che amano il cioccolato bianco…

Qui la ricetta  :



domenica 24 ottobre 2010

Focaccia ai tre frutti


Cosa fareste voi se dalla fruttiera arrivassero flebili lamenti ? Una mela, una pera ed una pesca imploravano attenzione dopo giorni di totale abbandono....Questa focaccia nasce appunto allo scopo di utilizzare tre frutti che ormai erano quasi senza vita ; morbida, profumata e soprattutto facile e veloce da fare, vi piacerà e sarà perfetta da gustare tiepida con una tazza di the fumante......


Ingredienti :

1 mela golden
1 pesca nettarina
1 pera decana
l uovo grande o 2 piccoli
2 cucchiai di acqua
4 cucchiai di farina
4 cucchiai di zucchero
120 gr di burro fuso
1/2 bustina di lievito
1 pizzico di sale

Mettere in una ciotola  la farina, lo zucchero, il sale e l'uovo.Mescolare  e aggiungere il burro fuso,amalgamare con cura. Aggiungere il lievito, l'acqua e i tre frutti tagliati a pezzettini, mescolare delicatamente e versare in uno stampo unto di burro.Cuocere a 180° per circa 40 minuti



sabato 23 ottobre 2010

Spaghetti al pomodoro e mais tostato


Non avevo mai assaggiato il mais tostato e l'altro giorno ne ho comperato un sacchetto.Oggi volendo aggiungere al pomodoro qualcosa di stuzzicante mi sono ricordata di averlo nella dispensa e l'ho  tritato grossolanamente.....Buono !Anche con questa ricetta  a tavola in 10 minuti....

Ingredienti per 1 persona :

100 g di spaghetti
una manciata di mais tostato tritato
una decina di pomodorini tagliati a fettine
prezzemolo q.b.
1 spicchio di aglio
olio ev


In una larga padella versare un pò di olio e lo spicchio di aglio che andrà fatto dorare un pò. Aggiungere i pomodorini tagliati a fettine, salare e lasciar restringere .Verso la fine spolverizzare con il trito di mais e con il prezzemolo. Scolare la pasta al dente e farla saltare nel sughetto. Non ho messo parmigiano,secondo me non ci stava bene....



Abbinamento vino :    ho abbinato un vino bianco campano, Fiano d'Avellino DOCG, Az. Mastroberardino, Atripalda (AV)13,5% Vol, temperatura di servizio intorno ai 10°C


venerdì 22 ottobre 2010

Sformato di carne e verdure


                                                                 
Ho voluto inaugurare questa cocottina in ceramica (l’avevo dimenticata per anni nella credenza) con una ricetta che a noi è sembrata veramente buona...uno sformato che sotto alla crosticina si rivela morbido e sugoso, nessuna somiglianza con il solito polpettone da tagliare a fette,si impiatta a cucchiaiate....La scorza d'arancia aggiunge un tocco fresco..... la ricetta potete leggerla qui :


Il blog di Chiara



la splendida foto è dell'amico MASSIMILIANO TESSARIS

Con questa ricetta partecipo al bellissimo contest di Imma del blog " Dolci a...gogò"

Tutto in cocotte



giovedì 21 ottobre 2010

Brownies al doppio cioccolato e caffè


Cacao, cioccolato fondente, caffè e pochissimo burro....Vi incuriosisce questa ricetta?Il dolcino ha  un unico difetto...finisce subito!La prossima volta cambio la pirofila, ne userò una più piccola così i brownies saranno più alti, comunque anche bassi sono buonissimi, golosi e da mangiare senza sensi di colpa...

Ingredienti :

70 g di farina
1/2 cucchiaino di lievito
2 cucchiai di cacao
100  g di cioccolato fondente
1/ 2 cucchiaino di polvere di caffè macinata molto fine
1 cucchiaio di acqua calda
1 cucchiaio di estratto di vaniglia
50 g di burro
100 gr di zucchero
1 uovo
1 pizzico di sale
zucchero a velo

Ungete di burro la pirofila e preriscaldate il forno sui 180°. In una ciotola mescolate farina e lievito. In un'altra mescolate cacao, l'acqua calda, la polvere di caffè e la vaniglia. Aggiungete lo zucchero e il pizzico di sale. A bagnomaria o nel microonde sciogliete il burro e la cioccolata e unitelo al composto di cacao;mescolate bene e aggiungete l'uovo leggermente sbattuto.Incorporate poco alla volta la farina sempre mescolando. Versate nella pirofila ed infornate per 20 minuti circa, servitelo  tagliato a tranci e  spolverizzato con zucchero a velo







martedì 19 ottobre 2010

La zuppa turchina di Bridget Jones


Ricordate il delizioso film " Il diario di Bridget Jones "? Si raccontano le avventure della simpatica ma imbranatissima Bridget, interpretata dall'attrice Renée  Zellweger,sempre a caccia dell'amore della sua vita.....Anche la semplice preparazione di una zuppa di porri per la cena del suo compleanno la vedrà in terribile difficoltà : dimentica infatti  di togliere lo spago blu che avvolge i porri e la zuppa si colorerà di un vivace turchino. Io non ho dimenticato di togliere lo spago blu ho volutamente usato un cucchiaino di colorante alimentare che non lascia assolutamente sapori sgradevoli in bocca...Ho voluto riprodurre il piatto tale e quale al film perchè con questa ricetta partecipo al bellissimo contest 




Ingredienti per 2 persone :

400 g di porri
1 scalogno
olio ev
2 cucchiai di panna
crostini
1/2 litro di brodo
1 cucchiaino da caffè di colorante alimentare blu

Mettere il brodo a scaldare; nel frattempo tritare lo scalogno e lasciarlo appassire a fuoco basso in un pò di olio ev. Affettare sottilmente il porro e aggiungerlo allo scalogno. Versare tutto il brodo e lasciar cuocere circa una ventina di minuti, regolare di sale e alla fine aggiungere la panna.A cottura ultimata passare al minipimer per rendere la zuppa cremosa e liscia ,versare il colorante e mescolare bene. Impiattare e guarnire con i crostini



Abbinamento vino : ho bevuto un vino bianco, Chardonnay DOC Collio, Marco Felluga,Gradisco d'Isonzo (GO), 13,5% Vol, temperatura di servizio intorno ai 10/12°C

lunedì 18 ottobre 2010

Medaglioni di polenta con funghi chiodini


Oggi un piatto prettamente autunnale, ho voluto dare una  veste nuova alla solita polenta , che dite vi piace? Se volete leggere la ricetta venite a trovarmi  qui :




sabato 16 ottobre 2010

Campagna Nastrorosa 2010




....Ho pensato a lungo che cosa potesse rappresentare meglio la motivazione per la quale a ottobre  tante amiche blogger  si sono unite solidarmente appoggiando una causa così importante per noi donne...La mia idea iniziale era quella di postare la foto tutta rosa di un neonato fotografato da Anne Geddes ...per correttezza ho contattato il suo ufficio stampa chiedendo il permesso e specificando il motivo sociale che accompagnava la mia scelta...Mi hanno risposto subito " La signora Anne Geddes non desidera che il suo nome e le sue foto siano usate per appoggiare qualunque tipo di causa"...mi è dispiaciuto vedere che una fotografa così famosa non riesca a capire le ragioni di  una causa sociale così importante (anche per lei donna) , pazienza... Ho ripiegato, si fa per dire , su un quadro del periodo rosa di Pablo Picasso, una bellissima maternità,la trovo assolutamente perfetta per appoggiare questa causa.... Noi donne, noi blogger oggi vi invitiamo a  condividere la CAMPAGNA NASTROROSA .Ottobre è il mese della prevenzione del tumore al seno,una malattia dalla quale si può guarire in sempre più numerosi casi.La prevenzione è l'arma più efficace, la mammografia fatta regolarmente è un diritto ed un dovere per tutte le donne...

venerdì 15 ottobre 2010

Brasato di manzo alla Barbera d'Asti


Oggi un classico della cucina piemontese che ha avuto un enorme successo a casa mia....Ho usato un taglio di manzo chiamato campanello, il macellaio me l'ha consigliato e devo dire che ha retto bene le quasi 3 ore di cottura. Ho usato un vino piemontese prodotto dall'amico Gianluca Morino, alla fine della ricetta troverete tutte le informazioni relative, in Piemonte questo vino viene chiamato la Barbera, al femminile....


Ingredienti :

800 g di campanello di manzo
1 carota
1 cipolla
1 gambo di sedano
erbe miste
olio ev
burro q.b.
1 bottiglia di Barbera
brodo

preparare la marinatura : mettere il pezzo di carne in una pentola, tagliare a pezzetti la carota, il sedano e la cipolla ed aggiungerle, legare a mazzetto qualche erba a piacere, bagnare con il vino e lasciare marinare per diverse ore girando spesso il pezzo di carne. Il giorno dopo togliere dalla marinatura la carne, asciugarla, infarinarla e farla rosolare in burro e olio ev. Attenzione a non pungere con il forchettone la carne nel girarla , i succhi interni potrebbero uscire rendendola  asciutta e stopposa, meglio usare due palettine...
Versare la marinatura, salare e cuocere almeno 2 ore e mezza/3 ore.In caso il sugo si restringesse troppo allungarlo con qualche mestolo di brodo. A cottura ultimata togliere la carne e passare il sugo al minipimer. Accompagnare con purè di patate o con polenta





Abbinamento vino : naturalmente ho bevuto lo stesso vino usato per la marinatura e la cottura del brasato, una Barbera d'Asti Superiore  "NEUVSENT" ( 900 in piemontese)  NIZZA DOC, Az.Cascina Garitina, Castel Boglione (AT),15% Vol, temperatura di servizio intorno ai 16°C


mercoledì 13 ottobre 2010

Oggi nasce il mio nuovo blog...

Con molta emozione e un pizzico di orgoglio vi annuncio che oggi nasce il mio nuovo blog ! Sarà ospitato in "DONNE SUL WEB " il portale che tante di voi conoscono già.....Si tratta di un blog nuovo che si chiamerà "Il blog di Chiara - La Voglia Matta" all'interno troverete ricette nuove e a volte altre che magari ho postato diversi mesi fa che reputo interessanti per essere riproposte magari in una veste diversa...sarà un appuntamento fisso che di volta in volta segnalerò da qui ;spero che commenterete le mie ricette anche  lì ,comunque questo blog continua, avremo solamente un doppio posticino dove incontrarci per chiacchierare insieme....ho veramente bisogno del vostro supporto e del vostro affetto e so che non me lo farete mancare....Oggi inizia la mia nuova avventura con un piatto golosissimo



                 la ricetta la leggete qui : 
  

Il blog di Chiara

martedì 12 ottobre 2010

Tortino semplice di mele, pere e granella di nocciole


E' un semplice tortino, con poco burro e poco zucchero, la frutta è la protagonista e le nocciole aggiungono quel croccantino che sta molto bene....




Ingredienti per una pirofila da 20 x 20 :

3 mele golden
3 pere decana (o altro tipo un pò morbido)
70 g di farina
2 uova intere
50 g di zucchero
100 ml di latte
1 bustina di lievito
20 gr di burro fuso
1 cucchiaio di estratto di vaniglia
1 pizzico di sale


Sbucciare, togliere il torsolo e tagliare a fettine sottili le 3 pere e le 3 mele mettendole in due ciotole separate. Nel robot sbattere bene le uova e lo zucchero, il composto dovrà diventare quasi spumoso; aggiungere il burro fuso, il latte e la vaniglia. Progressivamente aggiungere un cucchiaio alla volta di farina che sarà stata setacciata assieme al lievito e al sale. Dividere questa crema nelle due ciotole contenenti le fettine di frutta e mescolare bene. Imburrare la pirofila e  distribuire  la crema con le pere, livellare bene e poi la crema con le mele.Spargere la granella di nocciole ed infornare a 200° per circa mezz'ora.E' molto buona mangiata appena tiepida


lunedì 11 ottobre 2010

42° Barcolana......Tutti insieme appassionatamente !

Tutto è cominciato così....Alla partenz di 1800 imbarcazioni  iscritte...Una striscia di barche lunga 3 chilometri, una giornata di sole e di vento memorabile,un colpo d'occhio eccezionale....credo che le foto si commentino da sole....









quando in lontananza appare Esimit 2 certe barche devono ancora girare la prima boa, il distacco è incolmabile...la vincitrice è scortata da decine di barche...



A bordo 29 componenti di equipaggio...


La regata  viene ultimata in 56 minuti e 13 secondi, il nuovo record, dietro di lei il nulla per diversi minuti....


Al traguardo inizia la festa : sirene, botti e razzi....



Sullo sfondo il Faro della Vittoria..Ad attendere la barca sul lungomare migliaia di persone assiepate dappertutto, sul  Carso in tutti i punti panoramici altri appassionati di vela muniti di binocoli si godono la regata dall'alto...Una festa alla quale i vincitori non hanno voluto sottrarsi....


Anche in mare la gente aveva occupato ogni tipo di imbarcazione pur di non perdere la regata....



arrivano le altre, dapprima le barche più grandi poi le altre...Fino alle 17.30 è stato un susseguirsi di equipaggi festanti, certi arrivavano in perfetta solitudine altri in gruppi numerosi, il lavoro improbo che avevo da compiere insieme agli altri giudici era quello di prendere l'ordine di arrivo di ognuno, una sequenza infinita di numeri velici e numeri di mascone, alla fine i numeri li davo io...






















Nonostante la fatica io da 13 anni sono lì la seconda domenica di ottobre, felice  e orgogliosa di essere testimone di un evento unico che il mondo sportivo ci invidia...Arrivederci al 9 ottobre 2011 !

a più

sabato 9 ottobre 2010

Barcolana nell'aria !

Domani dal rimorchiatore che ospita la giuria  alle ore 10 in punto
 la sirena darà il via  alla 42° edizione della Barcolana, le previsioni dicono che il tempo anche quest'anno  sarà clemente,sole e una Bora leggera ci accompagneranno per tutta la durata della competizione..... ma ritorniamo indietro di qualche giorno, ai preparativi che ho fotografato per voi, vorrei trasmettervi l'atmosfera elettrizzata che la città sta vivendo in questi giorni di vigilia...Il lungomare cittadino ha ospitato dall'inizio della settimana il Villaggio Barcolana ,stand inerenti il mondo velico e altri, ne ho fotografati pochi, loro sono solo un contorno...



Lo stand della MURPHY & NYE,sponsor della Barcolana da diversi anni, la maglietta gialla è stata donata a tutti gli armatori iscritti alla regata (e anche a noi della giuria....).Ogni equipaggio riceve una sacca con dentro diversi gadget; quest'anno oltre alla maglietta c'era un bell'orologio della ZZERO






Non mancano gli stand gastronomici ai quali i triestini, famosi buongustai, non rinuncerebbero mai...



ma basta parlare di stand e di prosciutti, di orologi e  di magliette, guardiamo le protagoniste di questo evento unico al mondo...



Lei non c'entra nulla, non vincerebbe di sicuro!Le barche , ormeggiate nei pressi di questa nave da crociera, sembrano delle pulci al confronto ma volete mettere il fascino delle vele, degli alberi impavesati,degli equipaggi colorati? Questa grande nave non ha interessato nessuno, i riflettori sono tutti per queste....



Questa è Esimit 2, a detta di molti è la probabile vincitrice, a bordo avrà una trentina di persone,tutte con un compito presciso... Ritorna a Trieste con il nome cambiato, un tempo si chiamava Alfa Romeo e la Barcolana l'ha già vinta....Chissà che non ripeta l'impresa....


Ovunque un brulicare di equipaggi,di cime, di zaini, una miriade di gente di mare, molti venuti da lontano con stampato sul volto un  estatico sorriso..."Quanto è bella Trieste, non la conoscevo" mi ha detto un ragazzone, grande e grosso , grinder in una barca da sogno....Io ascolto e sorrido a mia volta, orgogliosa e felice, mi sento un pavone che fa la ruota ma va bene così...




...Fervono i preparativi e la città si riempie di voci, di allegria ...Gli ormeggi eccezionalmente allestiti anche davanti a Piazza dell' Unità si riempiono di barche, ne abbiamo anche in seconda e terza fila, per salire a bordo si attraversano altri scafi, l'ospitalità è sacra quando si va per mare....





Ci sono barche coloratissime...




Altre attrezzate per ospitare anche i nonni...




L'ordine a bordo è fondamentale,quando serve una cima deve essere pronta...




Domenica saranno quasi 2000 equipaggi regolarmente iscritti e chissà quanti in più solo a curiosare ...Lo spiegamento delle Forze dell'ordine è massiccio, la sicurezza è fondamentale in questa eccezionale circostanza,sarà  una grande festa del  mare e nessuno deve farsi male...tenere in ordine 2000 equipaggi non è cosa da poco ma Polizia, Carabinieri, Guardia Costiera, Guardia di Finanza e Vigili del Fuoco fanno ormai da anni la loro parte , sono i nostri angeli custodi, sempre in prima linea a sorvegliare ...La Barcolana è nata nel lontano 1969 per volere della Società Velica di Barcola e Grignano,all'inizio era una piccola regata   fra una manciata di barche  poi in pochi anni il successo è rimbalzato in ogni parte del mondo e possiamo vantare tra gli iscritti barche che arrivano dall'altra parte del globo.Le barche di Coppa America e i loro famosi skipper sono ormai di casa nel nostro golfo e la Barcolana è per loro un must., Paul Cayard, Russel Coutts,  e i nostri Cino Ricci,Vasco Vascotto e tanti altri.La Barcolana attrae anche personaggi noti al di fuori del mondo velico, hanno regatato qui scrittori, politici,cantanti, attori, regnanti e chi più ne ha più ne metta....ma l'anima della regata non sono le barche competitive, performanti, quelle che di sicuro si contenderanno i primi posti, sono le barche della domenica quelle tirate a lucido per l'occasione quelle i cui skipper si accontentano di piazzarsi davanti al vicino di ormeggio, ci sono piccole sfide nella regata stessa...A bordo non dovrebbe essere caricata molta zavorra, la barca dovrebbe filare leggera ma......ormai si sa che per la Barcolana si carica di tutto:  dalla botte di vino al fusto di birra,  dalla morsa con prosciutto ai cesti pieni di ogni prelibatezza, dovesse prendere un languorino  fra una boa e l'altra, meglio andar sicuri e non morire di fame....C'è chi porta anche la chitarra e chi la fisarmonica, forse in un momento di bonaccia si può fare una cantata....



Momenti di relax sul ponte...






Vicino alla terraferma un Match Race ( sfida fra due barche gemelle) monopolizza l'attenzione



ogni giorno di questa settimana c'è stata qualche manifestazione, stasera ci sarà la regata  notturna fra le barche UFO, tutto ad un tiro di schioppo dal molo e non in mare aperto,è molto suggestiva così vicino al pubblico che si assiepa sul Molo Audace...vince la barca che compie più giri  nel tempo prestabilito di 30 minuti in  un campo di regata che assomiglia ad un percorso automobilistico, tutto sotto i riflettori... e per finire dopo il concerto in piazza ci saranno i fuochi d'artificio...poi tutti a nanna, domani bisogna essere in forma....
A presto per le foto dal mare.....