venerdì 28 maggio 2010

Coppa porcospino alle fragole



Dessert facile e molto coreografico,si possono usare anche kiwi , la cosa simpatica è dare l'impressione degli aculei infilando le fettine di frutta nella crema che deve essere compatta.....


Ingredienti per 6 persone:


1/2 l di panna fresca da montare
1/2 kg di mascarpone
2 tuorli
120 g di zucchero
fragole tagliate a fettine (tagliarle non troppo sottili, per lungo e calcolare circa 2-3 a testa)
una spruzzata di Cointreau (o altro liquore del genere)



Sbattere bene i tuorli con lo zucchero, aggiungere il mascarpone, il liquore e far amalgamare. Montare la panna (io metto sempre una bustina di Pannafix); aggiungerla alla crema di mascarpone. Lasciar raffreddare in frigo in coppette individuali. Al momento di servire disporre le fettine di fragola infilzate come fossero aculei e servire...





Con questa ricetta partecipo alla raccolta di Menta & Cioccolato 

SUMMER CAKES

giovedì 27 maggio 2010

Bavette dell'ultimo minuto..


Un 'altra ricetta veloce di Marco, il sugo è fatto nei pochi minuti che cuoce la pasta...il sapore varia molto a seconda del quantitativo di prezzemolo usato, a noi piace sentirlo ben presente....

Ingredienti per 1 persona :

100 g di bavette
1 scatoletta di tonno sott'olio
3 acciughe
2 bicchieri di passata di pomodoro
1 spicchio di aglio
origano, prezzemolo
olio ev

In una larga padella scaldare l'olio e lo spicchio di aglio(che andrà tolto non appena dorato). Aggiungere i filetti di acciuga , usare una forchetta per  schiacciarli , vedrete che si scioglieranno subito ,dopo un minuto  il tonno scolato .Versare la passata di pomodoro , un buon quantitativo di prezzemolo tritato e delle foglie di origano fresco. Lasciar restringere il sugo,basteranno 5 minuti ,salare poco e pepare.Scolare la pasta e farla saltare qualche minuto in padella.

Abbinamento vino : consiglio un bianco siciliano ANTHILIA  IGP  Donnafugata,Marsala (TP),12,5% Vol., temperatura di servizio intorno ai 10°C




Questa ricetta è gemellata con






martedì 25 maggio 2010

Pandolce speziato alle pere e mandorle....senza burro


E' un dolcino al profumo di zenzero e cannella adatto alla colazione, piacerà a chi non può mangiare il burro..

Ingredienti per una teglia da forno di 20x30cm

185 g di farina autolievitante
1/2 cucchiaino da te di zenzero in polvere
1 cucchiaino da te di cannella
3 uova
220 g di zucchero
1 cucchiaio da te di brandy
1 cucchiaio da te di essenza di vaniglia
1 cucchiaio da te di scorza grattugiata di arancia
25 g di noci tritate grossolanamente
2 pere williams tagliate a pezzettini
80 g di uvetta ammollata e strizzata
zucchero a velo

Preriscaldare il forno a 180°,ungere la teglia.In una ciotola mescolare la farina , la cannella e lo zenzero.Nel robot sbattere bene  le uova, lo zucchero, il brandy e la vaniglia.Quando il composto è bello denso aggiungere la scorza di arancia e un cucchiaio alla volta gli ingredienti secchi(farina, cannella, zenzero).Incorporare le noci, le pere e l'uvetta. Mescolare con cura e versare il composto nella teglia.Cuocere circa 3/4 d'ora.Una volta freddo spolverare con lo zucchero a velo.Stavolta le pere e le uvette sono precipitate sul fondo, pazienza....

domenica 23 maggio 2010

Bucatini alla ....ruggine !


Una ricetta di mio figlio Marco,è  molto semplice e veloce, fatta apposta per chi ha poco tempo ma non vuole rinunciare al sapore....

Ingredienti per 1 persona :

100 g di bucatini
1 scatoletta di tonno
3 acciughe
1 cucchiaio di concentrato di pomodoro sciolto in mezzo bicchiere d'acqua
prezzemolo
pangrattato



In una padella tostare il pangrattato in olio caldo, aggiugere le acciughe e farle sciogliere.In un'altra mettere olio , il tonno sbriciolato e il concentrato di pomodoro, far restringere un pò. Alla fine aggiungere il prezzemolo tritato.Scolare la pasta e mescolarla al sugo di tonno,all'ultimo cospargere con il pangrattato tostato


Abbinamento vino : consiglio un vino bianco campano, Fiano d'Avellino DOCG, Feudi di San Gregorio,Sorbo Serpico (AV),12,5%  Vol., temperatura di servizio 10/12°C


venerdì 21 maggio 2010

Tortino di fagiolini e patate al profumo di maggiorana


E' una ricetta della mia amica Annamaria di Padova.L'ho mangiato a Genova giorni fa ma era poco bilanciato: troppe patate rispetto ai fagiolini...Ho seguito questa ricetta e il risultato è stato decisamente migliore....


Ingredienti :

1/2 kg di fagiolini bolliti e tritati grossolanamente
2 patate bollite e schiacciate
1 panino (solo la mollica) ammollato nel latte e strizzato
1 uovo grande
1/2 cipolla affettata fine 
1 cucchiaio di Parmigiano Reggiano
maggiorana fresca
olio ev
burro
sale

far appassire nell'olio la cipolla, aggiungere i fagolini e lasciarli cuocere qualche minuto.Far raffreddare poi unire le patate schiacciate, la mollica,il parmigiano,la maggiorana tritata e l'uovo sbattuto,salare. Ungere una teglia e stendervi l'impasto,cospargere con qualche fiocchetto di burro ed infornare a 180° per circa un'ora.Servire tiepido o freddo, è molto buono anche il giorno dopo

Abbinamento vino : in onore alla ricetta di Annamaria consiglio un vino bianco  veneto che so  era molto apprezzato da lei ma forse sconosciuto ai più, si chiama Incrocio Manzoni IGT,Masottina, Castello Rognzuolo (TV),13% Vol. temperatura di sevizio intorno ai 10/12°C

Masottina

giovedì 20 maggio 2010

Crumble di orzo e mandorle con albicocche e agrumi


Strana ricetta ....partita male e poi invece arrivata benissimo!...ero sicura di avere in dispensa i fiocchi d'avena e invece erano fiocchi d'orzo...Il forno era già acceso, gli altri ingredienti c'erano tutti..che fare? Rinunciare?Assolutamente no....Il risultato è stato molto goloso, molto croccante e molto profumato...

Ingredienti :

150 g di albicocche secche
185 g di farina
1 cucchiaino da the di lievito
185 g di zucchero di canna
200 g di fiocchi di orzo
200 g di burro freddo e tagliato a cubetti
300 g di marmellata di albicocche
1 cucchiaino da the di scorza grattugiata di limone
1 cucchiaino da the di scorza grattugiata di arancia
50 g di mandorle a lamelle

Accendere il forno a 180°.In una ciotola mettere le albicocche secche,bagnarle con mezzo litro di acqua bollente e lasciarle immerse per 10 minuti,poi scolarle, strizzarle  e tagliarle a pezzetti piccoli . Preparare la base unendo la farina, il lievito, lo zucchero e l'orzo;amalgamarli bene, aggiungere il burro e portare l'impasto ad un aspetto bricioloso. Metterne da parte  almeno una tazza , servirà per la copertura del dolce.Pressare l'impasto in una teglia da forno unta ed infornare per 15 minuti circa.Lasciar raffreddare.Mettere in una terrina le albicocche a pezzetti, la marmellata e le due scorze di agrumi. Mescolare bene e spalmare sulla base.Aggiungere alla tazza  avanzata le lamelle di mandorle e spargere sul dolce uniformemente.Infornare ancora per altri 15/20 minuti.

Con questa ricetta partecipo al contest di Francesca :






mercoledì 19 maggio 2010

Weekend in Liguria....al gusto di focaccia....

Ultima parte


        

A Chiavari abbiamo passeggiato sotto i portici,sono una vera manna quando piove....

da Copello per acquistare un pandolce genovese si fa la fila....




ecco qui il loro dolce tipico



é un tipo di panettone basso e compatto con uvette,canditi e pinoli, ottimo per essere inzuppato nel caffelatte...


la sera abbiamo lasciato la costa per addentrarci nell'entroterra ligure....A Masone ci attendeva un ristorante che vi consiglio se andate da quelle parti





ha una fornitissima cantina...



servono una cucina casalinga fatta veramente bene, con passione...è sempre pieno e la prenotazione è d'obbligo...Per cominciare abbiamo scelto un pò di assaggini,unico appunto che posso fare è sull'uso un pò esagerato della besciamella..Il sapore comunque è buonissimo

lasagne al pesto, cannelloni e ravioli ripieni di carne....







un saporito brasato per secondo



e alla fine dolci a go go!














Non hanno un loro sito, comunque  si chiama  " DA PIPPI " a MASONE



L'indomani, il giorno della partenza abbiamo fatto una rapida visita a Genova, il Porto Antico e i caruggi...

L'Acquario e la Biosfera che è uno spicchio di foresta pluviale trapiantato in città
Realizzata da Renzo Piano, la Biosfera racchiude un piccolo ecosistema che ospita 150 specie vegetali e molte specie animali tra cui anfibi, rettili, insetti e uccelli.





anche qui barche a vela e motoscafi da nababbi..... 







Se volete vedere la città dall'alto salite in ascensore e il  BIGO (anche questo progetto dell'Arch. Renzo Piano) vi solleverà ...




Uscendo dal Porto Antico si entra in Piazza Caricamento , vi si affaccia palazzo San Giorgio, attualmente sede dell'Autorità Portuale, fu eretto in epoca medievale ed è interamente affrescato....



 Intorno  a Piazza Caricamento c'è  la zona di Sottoripa  con i suoi portici,
 è il punto d'incontro della cultura multietnica di Genova ,qui razze diverse si mischiano fra loro dando un aspetto orientaleggiante alle viuzze che l'attraversano...






Peccato fosse domenica, con i negozi aperti avrei fotografato l'atmosfera colorata e chiassosa di questi caruggi....








ha dato forfait anche l'acqua della fontana in Piazza De Ferrari....peccato



Comunque al temine di questo breve viaggio posso affermare che la Liguria è veramente un bel posto, consiglio  di andarci quando la stagione non è ancora nel pieno e non brulica di turisti,ve la gusterete con tranquillità ed è questo che conta quando si è in vacanza....   (Fine)



martedì 18 maggio 2010

Weekend in Liguria...al gusto di focaccia...

Prima parte


                 

Itinerario bagnato...itinerario fortunato!Avevo programmato questo weekend in Liguria sicura che a metà maggio il tempo sarebbe stato buono ed invece il sole è stato quasi latitante...pazienza, abbiamo fatto buon viso a cattivo gioco e ci siamo comunque goduti questa parte di Liguria che merita di essere visitata...
Dopo aver lungamente cercato una sistemazione in zona la mia scelta è ricaduta su una villa letteralmente abbarbicata  alle colline sovrastanti Camogli,chi mi legge spesso conosce già la mia passione per l'ospitalità dei bed and breakfast. Questo si chiama DOMUS GIULIA ed è la residenza di una signora simpatica e ospitale di origini partenopee, Giulia appunto...L'unico appunto ma veramente cosa da poco riguarda la strada per raggiungerlo,bisogna arrampicarsi con la macchina lungo una strada (comunque asfaltata) fra ulivi e villette sparse,lo spettacolo una volta raggiunta la casa è però fantastico!Una volta terminata la piscina sarà piacevolissimo rilassarsi guardando il mare....Qualche foto degli interni



 Un pochino di sole c'era e ho voluto fotografarlo dalla finestra della mia camera, Genova è in lontananza....





per colazione : focaccia, frutta fresca, succhi,caffè , the  e dolcetti....


e, cosa importante, la possibilità di farsi a qualunque ora un caffè o un the....

C'è un bel salotto ma soprattutto ci sarà presto la nuova piscina...




qui il sito ufficiale per i dati...



venerdì sera avavamo una voglia matta di focaccia  e dove andarla a mangiare se non a Recco?



la focaccia al formaggio che avevo sempre mangiato qui è veramente diversa, più alta e con meno formaggio...Qui a Recco invece la sfoglia è sottile ,sembra una specie di piadina sottile e il formaggio è tantissimo e ......buonissimo!da bere del buon Pigato Ligure,bianco e ben fresco


Abbiamo mangiato molto bene qui :


Il ristorante fa parte dell'Associazione Italiana Celiachia e può proporre anche un'ottima focaccia al formaggio senza glutine,un'informazione preziosa che so sarà apprezzata...

sabato mattina sono andata a visitare Camogli, pioveva un pò , il paesino è davvero  molto suggestivo....












focaccerie e negozietti dappertutto per la gioia dei turisti...













Più tardi una  capatina a Portofino ....Per arrivarci ci siamo accodati attendendo un parcheggio(5 € l'ora, da delirio), non si entra in paese se non si libera un posto nel garage sotterraneo,uno sbarramento di vigili sorveglia l'ingresso e ti può far attendere anche un'ora,noi siamo stati fortunati e abbiamo avuto il parcheggio in pochi minuti...Immagino lo stress nella stagione estiva!.....onestamente  barche a vela  grandi e belle le vedo anche qui e incrociare  qualche VIP mi interessava poco....







Immaginando ristoranti con prezzi da...VIP abbiamo pensato di andare a mangiare del buon pesce  a Santa Margherita Ligure, infatti il pranzo è stato ottimo .....

Abbiamo cominciato con il Cappun Magro,una tradizionale ricetta ligure a base di verdure e pesce cappone, presentato a  forma di piccolo timballo


a seguire un pesce dal nome buffo...Besugo al forno! Besugo in ligure significa stupidino,tonto.....



impiattato poi così con le patate e le olive taggiasche piccole e saporitissime



la trattoria di Santa Margherita Ligure :


                                                      Vi aspetto domani con l'ultima parte                                                                            
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...