lunedì 1 settembre 2014

Quattro passi a Verona
e poi a cena dal contrabbandiere...




Qualche mese fa ero a Verona, città che mi piace tantissimo e nella quale torno sempre molto volentieri. Vi lascio alcuni scorci noto e meno noti , le ultime foto sono dedicate ad un ristorante che abbiamo scoperto per caso, non è a Verona ma in provincia di Brescia, erano i giorni del Vinitaly ed eravamo un pò sparpagliati in giro, ottima cucina e location intima....
























  L' "Antica Locanda dal contrabbandiere" si trova a Pozzolengo in provincia di Brescia, trovata per caso ci ha incuriosito per il suo nome particolare, gli interni sono caldi ed accoglienti, il cibo veramente buono, il servizio attento senza essere invadente, una cena piacevolissima che mi piacerebbe ripetere...




  il benvenuto della cucina, un vol au vent con ricotta di bufala e tartufo


abbiamo bevuto un Chiaretto del Garda DOP


 timballo di asparagi verdi e ricotta di bufala su crema di taleggio


torta salata con sfilacci di cavallo, cipolle e pancetta


guancialino di vitello brasato all'Amarone su letto di polenta di Storo


 e per finire due dessert, un parfait e una crema con le fragole






domenica 31 agosto 2014

Trenette " chi va ai monti e chi va al mare....."



Una stagione estiva così strana non ricordo di averla mai vissuta nella mia vita ! Ha piovuto tantissimo e gli amanti dei funghi almeno per questa ragione sono felici e possono scegliere diverse varietà da gustare ; io ho pensato di preparare un sughetto fatto di "monti e mare" e di condire le trenette, il risultato oltre che buono è decisamente coreografico , vero ?

Ingredienti per 2 persone :

200 g di trenette
100 g di mazzancolle
100 g di piselli
200 g di funghi misti
1 spicchio di aglio
olio ev
prezzemolo
sale, pepe

In una padella con  un pò di olio mettere lo spicchio di aglio e lasciarlo imbiondire, aggiungere i funghi tagliati a pezzetti e i piselli, lasciarli cuocere a fuoco lento, verso fine cottura unire le mazzancolle, salare e spolverizzare con il prezzemolo.Scolare la pasta al dente e versarla in padella, mescolare per far amalgamare i sapori ed impiattare


Abbinamento vino : ho bevuto un vino bianco della mia regione , Chardonnay DOC, Az. Borgo del tiglio,Brazzano (GO), 14% Vol, temperatura di servizio intorno ai 12°C

Borgo del Tiglio


giovedì 28 agosto 2014

All' "Enoteca di Sgonico" il pesce cambia residenza


 Chi conosce almeno un pò il Carso , zona tanto cara ai triestini ,sa che le trattorie  propongono esclusivamente menù di carne,al massimo qualche frittura di pesce, qualche calamaro alla griglia, niente di particolare nè di pregiato..... Trovare quindi un luogo dove gustare pesce di alta qualità è veramente un colpo di fortuna più unico che raro e io fortunata lo sono stata davvero ! Sgonico è una località  abbastanza importante da far Comune a sè, non mancano trattorie nè le famose "osmize" ma un posticino delizioso come l'Enoteca di Mitja Riolino è veramente una gemma nascosta....Ubicato accanto alla chiesa propone un menù niente affatto scontato, oltrepassiamo il portone e vediamo cosa si mangia di buono.....






 il nostro menù è stato accompagnato da un'ottima Malvasia di Fabjan,
 un produttore della vicina frazione di Sales 


abbiamo iniziato con  tartara e carpaccio di branzino


gamberi rosa con lime, olio bianchera e pepe di Sichuan


  tonno della Dalmazia con arancia


                scampi siciliani di Mazara del Vallo con  tartufo nero


canestrelli grigliati


capesante con funghi porcini


cicale di mare alla griglia


aragostina con lardo di Colonnata in scorza di zucchina


 fiori di zucca ripieni di gamberi e lardo di patanegra


tagliatelle fatte in casa con gamberi, astice, cicale di mare e capesante



e per finire   crostata di ciliegie con liquore al Terrano


Proposte inedite che molto difficilmente troverete altrove,tutto accompagnato dalla tranquillità che regna in questa zona lontana dal traffico della città......


                        Enoteca Sgonico  tel 040 2296623  chiuso lunedì

martedì 26 agosto 2014

Zucchine sfiziose con feta e menta


Per questa insalata diversa dal solito ho usato le zucchine crude e  la feta. La ricetta è facilissima ma necessita di alcune ore di riposo nel frigorifero per essere perfetta, provatela e vedrete che vi piacerà !


Ingredienti per 4 persone

500 g di zucchine grattugiate con la grattugia a fori larghi
50 g di feta a cubettini
1/2 cipolla rossa di Tropea grattugiata
1 spicchio di aglio grattugiato
il succo e la scorza di 1/2 limone
una dozzina di foglie tritate  di menta
olio ev
sale, pepe

In una terrina mescolare le zucchine, la cipolla,la menta, l'aglio e  la scorza di limone. A parte mescolare l'olio(regolatevi in base ai vostri gusti sulla quantità)  il succo di limone, il sale ed il pepe. Versare sulle zucchine, mescolare bene e lasciare in frigorifero alcune ore

sabato 23 agosto 2014

Sfogliette di patate con pesto di basilico e ricotta


  Ho sempre amato le monoporzioni , questa volta vi propongo delle sfogliette di patate,sono carine e facilissime da fare.....


Ingredienti per 2 persone

2 patate di dimensioni uguali 
un vasetto di pesto (meglio home made)
2 cucchiai di ricotta
1 cucchiaio di Parmigiano Reggiano grattugiato con la grattugia a fori larghi
una manciata di pinoli tostati
sale


Lavare bene le patate e tagliarle a fettine sottili (circa 3 mm)  con tutta la buccia, io l'ho fatto con l'affettatrice. Mescolare il pesto e la ricotta, aggiungere il Parmigiano, regolare di sale e spalmare questa salsina sulle fette di patata. Ricomporle formando una  torretta utilizzando 4 fettine della parte centrale di ogni patata , disporle in una teglia unta di olio, spolverizzare con altro parmigiano e qualche pinolo tostato. Cuocere in forno a 180° per circa 30/40 minuti 

giovedì 21 agosto 2014

" Tenda Rossa "
a Trieste dove il mare è ospite a tavola....

Lunga una decina di chilometri, la strada regionale 14 della Venezia Giulia, più conosciuta come Strada Costiera, è il biglietto da visita della città di Trieste. Attrae con il suo fascino i turisti che, uscendo dall’autostrada, vogliono godersi da subito il panorama del golfo. E’ un susseguirsi di roccia e scogliere a strapiombo , di piazzole dove soffermarsi a fotografare e di ristoranti. Uno di questi è  “ Tenda Rossa” , nato nei primi anni 50, prende il suo nome, ne ho le prove certe dai ricordi vivissimi di mia madre, dalla tenda rossa che proteggeva dal sole il gestore di un semplicissimo chiosco(niente più che un tavolo da cucina) adibito esclusivamente alla vendita di panini e bibite. Il posto sorgeva in una piazzola dalla spettacolare vista sul golfo …..da lì il nome venne mantenuto e si passò dal tavolo dei panini alla costruzione di un ristorante  rinomato per la qualità dei suoi piatti di pesce. Alla guida di uno staff giovane ma molto valido c'è Alessandro Centis che ha reso piacevolissimo il nostro pranzo......



Gli interni in stile marinaro sono molto particolari


Noi però abbiamo preferito pranzare all'aperto anche il tempo non era dei migliori



Il nostro menù

Tartara di salmone con mela verde acida, tartara di tonno con avocado e salsa guacamole e
 millefoglie di branzino con melone ed anguria


qui uno strudel di sardoni con melanzane, pinoli e pomodori e sardoni in "savor "
con cipolla di Tropea


 dei semplici ma gustosissimi sardoni impanati


gamberi al vapore con cren


orecchiette con pomodorini e piccoli calamaretti


risotto di gamberi con carpaccio di mazzancolle e pomodori confit


ombrina in crosta di patate


colonna sonora di questo pranzo da ricordare il Brut  Modolet 
dell'Azienda "Tenuta di Angoris" 


Se volete mangiare bene  godendovi il panorama magnifico di Trieste qui potrete avere tutto questo !